33° Gran Premio Fotografico – 5a serata Bianco&Nero

Giudici della serata, oltre al nostro Presidente Fulvio Merlak, Tullio Fragiacomo e John Gubertini che ringraziamo.

1a Classificata – DAVANZO Donatella “Quarantena”


Il tema della quarantena viene toccato in maniera sottile e ironica,
portando in evidenza un aspetto tipicamente triestino, che è poi quello della tintarella estiva. Il focus dell’immagine è tutto nella parte inferiore dove i pochi elementi visibili della protagonista (volto e piedi) ci parlano di quanto quella situazione le appartenga. Rilassarsi per essere baciati dal sole sfruttando un angolo di casa propria. Mentre la parte buia dello sfondo la valorizza, la finestra le offre una cornice naturale intensificando il racconto, il tutto in maniera semplice e diretta.

2° Classificato – STAUBMANN Giancarlo

Un elegante tavolino di un caffè dove le pennellate di luce, contrapposte alle zone in ombra, rendono questa foto quasi un disegno fatto a china.
La capacità del fotografo sta anche nell’inquadrare perfettamente una scena di vita quotidiana donandole una sorta di poesia, grazie anche all’elegante arredamento che circonda i due protagonisti. Osservare l’ambiente quotidiano che ci circonda, capire le cose che ci attraggono, catturare l’immagine facendola propria, donandole uno stile che la valorizzi, sono gli elementi che appartengono a questo autore.

3a Classificata – ZULIANI Franca “Calle Florida, Buenos Aires”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Calle Florida è la strada pedonale più famosa e frequentata di Buenos Aires. Si trova al centro della capitale argentina, ed è disseminata di negozi di abbigliamento, di ristoranti e di gallerie commerciali. Lungo la via si possono ammirare gli spettacoli degli artisti di strada e dei ballerini che si esibiscono in prestazioni del celebre tango argentino. L’immagine, contrassegnata dal frenetico movimento dei passanti, testimonia in modo perfetto la caotica quotidianità della strada; e i due ragazzi, fermi al centro dell’“Avenida”, in attesa di clienti per i loro “City Tour”, fungono da perfetto contrappunto al gran brulicare della gente.

4a Classificata – PAOLI Marisa “Promenade des Anglais a Nizza”

Il fil rouge di questa fotografia, colta verosimilmente al volo, potrebbero essere proprio le linee orizzontali. L’autrice ha colto il giusto momento in cui, nel contesto della costruzione così bianca vicina al mare, sopra la quale sono state collocate una moltitudine di assi intervallate da spazi vuoti, passano due signore con i loro doposole a righe. Impegnate in una conversazione, che chiaramente le sta impegnando tanto da non far loro scorgere l’autrice dello scatto, grazie alla loro postura, ci offrono la sensazione di un passo sicuro, deciso e veloce. La linea di fuga da sinistra verso destra e le ombre ci restituiscono il giusto movimento all’interno della fotografia.

5a Classificata – POLLASTRELLI Fosca “Scanno”


Scanno, per noi amanti della fotografia, oltre al suo indiscutibile valore etnico-culturale, sociale e storico, rappresenta un simbolo iconico che ci riporta a diversi autori di grande esperienza di ieri e di oggi. Tant’è che questo paese di 2000 anime della provincia dell’Aquila è indubbiamente assai fotogenico e per questo altrettanto frequentato. L’autrice di questa fotografia coglie un momento di vita quotidiana lasciandoci ampi spazi di immaginazione. La figura di spalle, probabilmente più appesantita dall’età che da altro, sembra essere veramente osservato dalla statua della giovane donna scannese nel suo abito tradizionale e che porta la popolare conca abruzzese sottobraccio. La mente corre e può serenamente riempire la scena di figure, nei loro neri abiti che, per altro, ancor oggi, è possibile incontrare in ogni festività.