29° Gran Premio Fotografico per stampe a Colori – Quinta e ultima serata

Ieri sera si è svolta la quinta e ultima serata del nostro Gran Premio per stampe a colori. All’ultima serata hanno partecipato 11 persone:

Paolo ARGENZIANO, Walter BÖHM, Manuela CECOTTI, Maurizio COSTANZO, Lucia CREPALDI, Gianfranco FAVRETTO, Silvia MARTELLANI, Silvano MATKOVICH, Franco SARDIELLO, Alessandro SARTI, Giancarlo STAUBMANN.

La giuria composta da Fulvio MERLAK, Scilla SORA e Massimo SCRIGNI ha decretato la seguente classifica della serata:

5° – Walter BÖHM

4° – Paolo ARGENZIANO

3° – Giancarlo STAUBMANN

2° – Silvano MATKOVICH

1° – Silvia MARTELLANI

Silvia MARTELLANI si aggiudica 10 punti che le valgono anche il primo premio nella classifica finale del Gran Premio per Stampe a Colori per quest’anno. Complimenti!

Inaugurazione della mostra “DONNA” del Fotoklub ZAGREB

Donna

Rassegna dei Soci del Fotoklub Zagreb

24 maggio 2017

Riproponiamo l’articolo pubblicato in occasione della Mostra del “Fotoklub Zagreb” inaugurata il 14 marzo 2012 presso la Sala Fenice. L’articolo è stato aggiornato per l’occasione.

 

Il “Fotoklub Zagreb” è stato fondato, sotto il Patrocinio della “Società degli Artisti”, nel 1892, in un’epoca in cui la città di Zagabria era ancora un centro di provincia, ai margini dell’Impero austriaco. A quel tempo la fotografia croata è stata fortemente influenzata dalla fotografia austriaca. Gli obiettivi di questo Club, nato con il nome di ““Klub fotografah amateurah”, sono stati, fin dall’inizio, ampiamente illuminanti, sia dal punto di vista culturale, sia dal punto di vista tecnico. Ben presto, all’interno del Fotoclub zagabrese ebbero modo di distinguersi i primi divulgatori della nuova forma espressiva, a iniziare dalla leggendaria generazione di Toše Dabac e fino agli Autori dei giorni nostri. Numerose sono state le mostre allestite durante questo lungo periodo, in patria e all’estero, come pure i riconoscimenti conseguiti dall’Associazione, tracce di storia ricordate e diffuse in una serie di pubblicazioni. Nel 1978, ad esempio, è uscito l’almanacco “La fotografia zagabrese”, mentre è del 2000 il volume “Fotoklub Zagreb, 1892-1992, atti di storia”. Nel 2003 è stato pubblicato “Il movimento amatoriale fotografico in Croazia”, nel 2006 la monografia “I Maestri della fotografia croata” e nel 2008 “Fotografie del tempo”. Ma sicuramente di grande importanza è anche l’organizzazione del Salone della fotografia di Zagabria, un evento internazionale che ha luogo ininterrottamente dal 1910, unico nel suo genere in questa parte d’Europa. Fin dagli anni Cinquanta dello scorso secolo, nell’ambito del Club hanno sede pure una ricca Biblioteca tematica ed una Galleria fotografica. Da allora, la Galleria ha ospitato moltissimi Artisti di fama mondiale. Il “Fotoklub Zagreb” è membro del “Zagreb Photo-Cinema Union” e del “Croatian Photographic Union”. Le attività del Club spaziano dalla preparazione ed allestimento di mostre fotografiche all’organizzazione del “Zagreb Salon – Salone Internazionale della fotografia”, dalla partecipazione a concorsi in Croazia e all’Estero alla pianificazione di corsi di base, pratici ed avanzati, dalla programmazione di conferenze alla raccolta e archiviazione di fotografie di Fotografi croati, con una collezione di circa diecimila immagini, in gran parte originali, risalenti a varie epoche, dagli anni Trenta dello scorso secolo fino ai giorni d’oggi.

L’attuale Presidente del “Fotoklub Zagreb” è Hrvoje Mahović, mentre la Segreteria è diretta da Vera Jurič.

Fulvio MERLAK

12° Universo Portfolio

Anche quest’anno il Circolo Fincantieri-Wärtsilä ha proposto la sua ormai tradizionale selezione per Portfolio realizzati in Stampe in Bianco & Nero oppure a Colori, a tema libero, denominata “Universo Portfolio” e giunta alla dodicesima edizione.

La giuria composta da Walter BÖHM, Fulvio MERLAK e Furio SCRIMALI ha stabilito la seguente classifica dei portfolio presentati durante la serata del 17 Maggio 2017:


1. Silvia MARTELLANI con “Istanbul… Luci e Ombre”

2. Marisa PAOLI con “Alla mia età – Aldo, ricordi indelebili”

3. Lucia CREPALDI “Namibia – Villaggio Himba”


Gli altri tre partecipanti:

4. Licinia BONETTA con “Il futuro dalla Madre Terra”

5. Gianfranco CREVATIN con “Risiera San Sabba”

6. Silvano MATKOVICH con “Custodi della memoria”

 

Incontro con Massimiliano SCHIOZZI: “LA TERRA CHE PIU’ AMO” – Manlio Malabotta fotografo in Istria

Incontro con Massimiliano Schiozzi

«Il mio curriculum lo troverà nella notizia delle poesie, e a esse posso aggiungere che dal 1933 non vivo più a Trieste, che dal 1946 sono a Montebelluna, che prima ho soggiornato sul Carso (Comeno) e in Istria (Montona) e che la terra che più amo è proprio l’Istria» così scrive Manlio Malabotta (1907-1975) nel 1969 a Jacopo Cella, direttore della Società istriana di archeologia e Storia patria del Veneto.

Le colline e le nuvole dell’Istria, un battesimo a Montona, la piazza di Rovigno, la spensierata gioia sul molo di Salvore, momenti di festa a Visinada e una serie suggestiva di immagini realizzate a Fiume sono le protagoniste di questo incontro. A 110 anni dalla nascita di Manlio Malabotta, notaio, collezionista, poeta, critico, ma anche fotografo, nei suoi “scatti istriani” possiamo scoprire il suo percorso culturale e biografico e iniziare un racconto più ampio sulla cultura – e la fotografia – negli anni Trenta in questa parte dell’Adriatico.

Manlio Malabotta ha realizzato tutte queste foto, quasi ottanta anni fa, con una “Leica”, un apparecchio di piccolo formato, agile, poco pesante, da usarsi a mano libera e dalle grandi potenzialità. Alla “Leica” e alla precisione meccanica e ottica di questo apparecchio Malabotta sarebbe stato fedele in tutta la sua attività di fotografo.

Tutte le immagini sono state tratte digitalmente dai negativi: non esiste infatti, o meglio, non è emersa alcuna stampa su carta ricavata da questi rullini. Molto probabilmente sono state spazzate via assieme ai libri biblioteca del notaio a Montona, dalla guerra che ha sconvolto l’Istria a partire dal settembre 1943.

Massimiliano SCHIOZZI